Gravidanza e concepimento

Bump Painting: il pancione artistico

A cura della redazione di nonasettimanagravidanza.it

bump-painting-il-pancione-artistico

Durante la gravidanza le future mamme devono pensare a tante cose, dai test prenatali da eseguire regolarmente all’acquisto del corredino del nascituro.

Ecco perché spesso sentono il bisogno di staccare la spina praticando sport e attività creative adeguate alla loro condizione fisica, per riuscire ad affrontare meglio anche i cambiamenti fisici ed emotivi. Tra le diverse attività disponibili sta ottenendo molto successo il “bump painting”.

Questa pratica deriva dal body painting, che prevede la realizzazione di disegni su tutto il corpo, ma si concentra in particolar modo sul pancione delle future mamme. Il termine “bump painting”, infatti, significa letteralmente “disegnare sulla pancia”. È sicuramente un bel modo per celebrare la futura nascita, e proprio per questo motivo sta diventando sempre più popolare tra le donne incinte.

Il punto principale di questa attività creativa è il divertimento. Scegliere il disegno giusto e impegnarsi a decorare il proprio pancione, magari insieme al proprio compagno o agli altri figli, è senza dubbio un momento molto divertente e di totale spensieratezza. Un’occasione unica per rafforzare il legame con la propria famiglia e condividere insieme un momento speciale che permette di entrare in contatto con il bambino che è ancora nel pancione.

Le donne incinte subiscono dei cambiamenti fisici molto grandi, che a volte vengono presi in maniera negativa e si riversano sulla sfera emotiva, facendole sentire a disagio con se stesse. Grazie al “bump painting”, però, le gestanti possono entrare meglio in sintonia con il proprio pancione ed iniziare a vederlo come qualcosa che le rende ancora più belle.

Questa pratica, oltre ad essere divertente, è anche molto rilassante, sia per la mamma che per il bambino. Questo perché i movimenti del pennello sulla pancia hanno un effetto massaggiante che può essere di grande aiuto per distendere le tensioni e trasmettere tranquillità e serenità al piccolo. Proprio per i benefici che genera a livello fisico ed emotivo, il bump painting viene proposto anche all’interno dei corsi preparto.

È molto importante ricordare che per dipingere il pancione vanno usati colori atossici, fatti proprio per essere utilizzati sulla pelle. Un’idea ancora più bella è quella di creare i colori in casa, utilizzando acqua, amido di mais, crema idratante e colori alimentari.

In collaborazione con www.nonasettimanagravidanza.it

Articoli correlati

Commenta