Gravidanza e concepimento

Il nome per il nascituro

UN NOME E’ PER SEMPRE

INDELEBILE COME UN TATUAGGIO CI ACCOMPAGNA PER TUTTA LA NOSTRA VITA.

A detta degli antichi, e al giorno d’oggi dall’onomastica, scienza che studia significato e origine dei nomi, questi determinano caratteristiche e qualità della persona al quale il nome appartiene.

Se tutto ciò fosse vero, diventerebbe particolarmente importante sceglierne uno giusto per il nascituro, maschio o femmina che sia.




Spesso si rivela però un’impresa ardua mettere d’accordo i genitori, e ancor peggio i nonni.

I criteri che portano alla decisione finale sono diversi e alcuni anche originali: c’è chi chiama i propri figli con i nomi di antenati per buon auspicio o in segno di rispetto e riconoscenza; alcuni scelgono nomi che stanno bene con il cognome, altri si ispirano a personaggi famosi ..

foto_il_nome

“De gustibus non disputandum est …” l’importante è che la scelta sia ben ponderata, soprattutto nel rispetto di chi dovrà portarlo.

Secondo una recente indagine Istat la scelta del nome da dare al nascituro ricade sempre sugli stessi.

Teoricamente, i genitori avrebbero un’ampissima possibilità di scelta: esistono, infatti, circa 30 mila nomi per entrambi i sessi. Eppure, la rosa finale, risultato della lotta fra le preferenze del papà e i desideri della mamma, comprende sempre pochissime opzioni. Basti pensare che secondo i dati, i primi 30 nomi più usati in Italia coprono complessivamente il 48% di tutti i nomi attribuiti ai bambini e il 41% di quelli riservati alle bambine.

Il nome preferito per i maschi 

Per quanto riguarda i maschietti, il posto d’onore spetta a Francesco. Nel 2013 è stato dato a oltre 10 mila bambini, pari al 4,12% del totale. Ed è probabile anche in questo 2015 si piazzerà fra i favoriti. Sembra che a spingere i genitori in questa direzione sia, fra le altre cose, il fatto che anche uno dei personaggi più amati degli ultimi decenni si chiama così: papa Francesco.

Anche Alessandro piace molto e forse, nel 2015, riuscirà nell’impresa, finora sempre fallita, di superare Francesco come nome maschile più utilizzato. Agli italiani, comunque, piacciono molto anche Andrea, Lorenzo, Mattia, Matteo, Gabriele e Leonardo. Completano la top ten Riccardo e Tommaso.
Il nome preferito per le femmine 

Per quanto riguarda i nomi femminili, continua il dominio incontrastato di Sofia, ormai da anni il nome più scelto dai genitori, e di Giulia, che non sembra voler cedere il suo secondo posto. Gli altri nomi di bimba, infatti, sono ben distanziati. Sono almeno 20.500 in meno le mamme e i papà che puntano su Aurora, Emma, Giorgia e Martina, che comunque rimangono dei grandi classici. Chiara, Sara, Alice e Gaia chiudono la lista dei primi 10.

Articoli correlati

Commenta