Life Style

Manuale di autodifesa per genitori e bimbi

“Non aprite quella pappa”. Il manuale di autodifesa per i genitori che vogliono dare cibo sano ai bambini

 

Cosa c’è dentro le cotolette pronte di pollo? E dentro un formaggino?
I succhi di frutta industriali fanno bene?
Il latte di crescita dopo i 12 mesi serve davvero?
Quanto pesce c’è in un omogeneizzato di pesce e patate?
E in un bastoncino di pesce?
Le tisane per neonati sono utili?
I consigli dei pediatri in fatto di alimentazione sono sempre liberi da interessi commerciali?

Nel suo libro Non aprite quella pappa! Manuale di autodifesa per genitori e bimbi”  la giornalista Laura Bruzzaniti affronta queste e molte altre domande sul cibo per bambini.
Ecco alcune fra le molte informazioni che potete trovare nel manuale:
1. Il latte di proseguimento in realtà è inutile

Manuale di autodifesa per genitori e bimbi

 

Altroconsumo spiega come il latte di crescita troppo spesso contenga molta acqua e poco latte – sempre scremato tra l’altro – pari ad una percentuale compresa tra il 40 e il 60 per cento. Il resto? Olio di palma, olio di colza, amido di patata, saccarosio, lecitina di soia.

2. Le tisane per l’infanzia

Manuale di autodifesa per genitori e bimbi

 

Spesso si legge nelle indicazioni per preparare le tisane  di sciogliere in una tazza di acqua calda due o tre cucchiai di prodotto che, secondo Altroconsumo equivalgono a quattro o sei cucchiaini di zucchero… forse è meglio una bustina di camomilla.

Vi consiglio la lettura del testo per fare una profonda riflessione sulla pubbliclità del cibo, che ormai è arrivata dentro le scuole, nei reparti maternità degli ospedali, negli studi dei pediatri.

Buona lettura.

Articoli correlati

Commenta