Kids book e app

Nuove linee guida dettate dai pediatri per l’uso degli schermi

Dai pediatri americani le nuove linee guida per l’uso degli schermi

Come promesso, anche se con qualche mese di ritardo, sono uscite le nuove linee guida per l’uso degli schermi da parte dell’American Academy of Pediatrics.

Ma quali indicazioni offrono le nuove linee guida per l’uso degli schermi?

Offrono indicano sui tempi e sui modi con cui i bambini possono stare davanti agli schermi di televisione, computer, tablet e smartphone.

Non è la prima volta che i pediatri americani cercano di guidare i genitori nell’utilizzo consapevole della tecnologia.

Le prime linee guida per l’uso degli schermi erano state stilate nel 2011 ma, a causa dei forti cambiamenti tecnologici, risultavano troppo restrittive. Sconsigliavano, infatti, l’utilizzo dello schermo prima dei 2 anni e un’esposizione di massimo 2 ore al giorno per i bambini più grandi.

 

Le nuove linee guida (dicembre 2016) sono più morbide. Di seguito un breve riassunto:

  • Bambini fino ai 18 mesi: evitare l’utilizzo degli schermi, anche per videochiamate. I genitori di bambini tra i 18 e i 24 mesi che volessero introdurre ai propri bambini gli schermi digitali dovrebbero scegliere programmi e app di alta qualità, condividendo l’esperienza di utilizzo e visione con i propri piccoli per spiegare loro cosa stanno vedendo. In generale, non avere fretta di introdurre la tecnologia ai bambini: il suo utilizzo è ormai così intuitivo, che in pochissimo tempo, al momento giusto, impareranno ad usarla.

  • Bambini dai 2 ai 5 anni: limitare l’esposizione agli schermi a un’ora al giorno, scegliendo programmi e app di alta qualità, che possano per esempio migliorare le competenze linguistiche.

  • Bambini oltre i 6 anni: dare limitazioni chiare al tempo speso davanti agli schermi, anche a seconda del tipo di medium utilizzato, assicurandosi che il tempo schermo non tolga spazio ed energie ad altre attività che il bambino deve svolgere nel corso della giornata (giocare, studiare, dormire…) e che non inneschi abitudini poco salutari. Tenere aperta la comunicazione con i propri figli sui temi della sicurezza, anche online, e dei comportamenti nella sfera digitale.

  • I genitori: non lasciare la televisione accesa senza che nessuno la guardi, crea inutili interferenze mentre i bambini giocano o mentre interagiscono con i genitori o fra di loro. Un’utilizzo massiccio dei device digitali da parte dei genitori rischia di ridurre le interazioni in famiglia, sia verbali che affettive. E dal momento che l’esempio dei genitori è sempre fondamentale nell’educazione dei figli, è bene che anche il rapporto degli adulti con tali strumenti sia ponderato e consapevole.

  • (Fonte: Mamamo.it)

 

 

Articoli correlati

Commenta